Pianta erbacea annuale o biennale, multicaule, di aspetto strisciante o prostrato, succulenta, densamente ricoperta di papille acquose con riflessi cristallini, spesso sfumata di rosso e lunga 30 – 60 cm.
Foglie opposte, carnose, spatolate o ovate con margine ondulato e larghe fino a 50 mm ; le superiori minori, opposte, alternate, sessili, piatte e carnose; le inferiori opposte irregolarmente ovate o spatulate, carenate e con apice arrotondato, base attenuata con corto picciolo e con margine ondulato a cui sono inserite 4 – 7 papille ialine.
Fiori solitari posti all’ascella fogliare o in cime terminali a 3 – 5 e subsessili; perianzio a forma di tubo globoso con 5 sepali (3 esterni fogliacei, 2 interni più piccoli, fogliacei, ovali con margine membranaceo e rossiccio) più corti dei petali.
Corolla attinomorfa (20 – 30 mm), petali numerosi, bianchi e lineari quasi filiformi ( invecchiando rosa) più corti del tubo calicino; stami 5 ; stilo a 5 stimmi e con ovario infero.
Il frutto è una capsula subglobosa, alata e papillosa, con 5 valve loculicide in presenza di umidità, Ø 14 mm.
Semi deltoidei – semiorbicolari, compressi e lievemente turbercolati 1- 2 x 0,8 – 0,9 mm.